VIVISOL

Vivisol capofila del progetto IOT finanziato dalla Regione Marche

modelli e tecnologie avanzate per la ricerca oncologica

Vivisol capofila del progetto IOT finanziato dalla Regione Marche

01/02/2020

Grazie a uno dei bandi “Salute e Benessere” della Regione Marche, è stato avviato il progetto di ricerca “IOT” (Intelligence Oncology Telecare), che si pone l’obiettivo di realizzare un dispositivo per il monitoraggio del paziente oncologico. Capofila dello studio sarà Vivisol di Jesi, che coordinerà sei diverse aziende per un investimento pari a 1,7 milioni di euro.

 

Il progetto IOT (“Intelligent Oncology Telecare”) nasce nell’ambito dei finanziamenti europei gestiti dalla Regione Marche e destinati alla promozione di soluzioni innovative nell’ambito della salute. Il progetto ha l’obiettivo di sviluppare un dispositivo (non invasivo e operatore indipendente) per la misurazione della disfuzione dell’endotelio con il quale è possibile monitorare e prevenire l’insorgere di gravi complicazioni cliniche in pazienti oncologici.

Tale sperimentazione favorirà la domiciliarizzazione del paziente che, agevolato dalla semplicità e dell’automaticità del sistema, potrà essere gestito autonomamente dal paziente e consentirà al clinico di diagnosticare e monitorare l’eventuale disfunzione endoteliale riducendo così i costi di ospedalizzazione e promuovendo il benessere del paziente.

L’indagine è oggi in fase di sperimentazione presso l’Area Vasta 2 di Fabriano ed è coordinata da Vivisol, capofila  del partenariato assieme ad altre sei società private che hanno sviluppato il device e i software. Partecipano al progetto anche l’Azienda Sanitaria Unica Regionale delle Marche e l’Università Politecnica delle Marche.

Vivisol ha creduto fortemente nel progetto non solo per l’applicazione in ambito oncologico ma anche per i possibili risvolti in altri ambiti dove l’individuazione di una sofferenza endoteliale potrebbe ridurre i rischi cardiaci (apnee notturne, medicina dello sport, diabete, pediatria).